Moka Est – officine meccaniche Dellarossa e C. Savigliano

Descrizione

Macchina da caffè a marchio Moka Est, realizzata dalle officine meccaniche Dellarossa e C. di Savigliano (CN).
Il primo deposito del marchio Moka Est, relativo ad una miscela di caffè,  fu depositato in data 06 novembre 1952 presso l’ufficio di deposito di Genova.
Questa macchina, con molta probabilità, fu prodotta su commissione in pochissimi esemplari e non è da escludere che sia stata impiegata in un sistema di comodato d’uso, vincolato all’acquisto di caffè.
Attualmente, la Moka Est è una macchina più unica che rara.
La particolarissima forma estetica, che ricorda vagamente un alveare stilizzato, non lascia indifferenti.
A prima vista o la si ama o la si odia.
Le caratteristiche principali di questa macchina sono la robustezza, dovuta all’estrema cura nella produzione, ed il peso, dovuto all’abbondanza dei materiali.
Il corpo macchina ed il filtro portacaffè sono realizzati in fusione di ottone cromato, mentre la base, anch’essa cromata, è realizzata in fusione di lega di alluminio.
Le manopole, di uno splendido colore arancio brillante, sono tornite da un’unica barra di bachelite.
Non siamo soliti smontare macchine da caffè e realizzare fotografie delle parti interne in fase di rimontaggio, ma in questa occasione è stato doveroso fare un’eccezione.
Infatti, a nostro avviso, la vera bellezza della Moka Est si cela al suo interno.
La targhetta, recante la scritta “Officine Meccaniche Dellarossa”,  svela parte del suo segreto.
La moka Est è forse la più “meccanica” delle macchine da caffè a leva.
Il pistone, indubbiamente sovradimensionato, è dotato di ben 4 guarnizioni (il doppio di una comune macchina da caffè) ed è mosso da un sistema di trasmissione a cremagliera.
Con la stessa filosofia costruttiva sono state realizzate anche tutte le altre parti meccaniche, dal sistema di leveraggio alla molla di compressione.
Il cilindro ha uno spessore importante che contribuisce al peso della macchina.
Da notare, inoltre, la particolarissima resistenza elettrica da 1000W, che è situata all’interno della caldaia.
Infine, un’attenzione particolare non può che essere rivolta al filtro portacaffè, che si concretizza in un perfetto connubio di eleganza e praticità.

La macchina da caffè fotografata in questo articolo è stata gentilmente messa a disposizione da Luca e Valentina.

 

 

Informazioni aggiuntive

Paese:

Periodo Storico:

Sistema di Funzionamento:

Alimentazione:

Materiale:

, , , ,