Il progetto INGENIUMCAFFÈ

“Non esiste un procedimento culinario così soggetto ad incertezza di risultati come fare il caffè; e certamente non ne esiste nessuno in cui ogni piccola variante nel modo di operare produca effetti più sensibili” (Benjamin Thompson, 1753-1814)

Siamo stati entrambi profondamente catturati dalla celebre massima dell’eclettico conte Rumford.

A differenza del tè, preparare un buon caffè non è mai stata cosa semplice. La perfetta riuscita in tazza è il connubio tra la scelta di un ingrediente di qualità e l’utilizzo di un apparato in grado di esaltare sapori e profumi del macinato. In oltre quattro secoli molte persone si sono dedicate alla continua ricerca della “macchina perfetta” che desse il migliore dei risultati. Proprio da questo fervore inventivo ha inizio la nostra storia.

Ingenium Caffè nasce dalla sinergia tra due massimi esperti in materia, mossi dalla forte passione e voglia di condividere le proprie conoscenze.

Ingenium Caffè non esplora la preparazione della bevanda come alimento, né tantomeno le alchemiche tecniche della tostatura e macinatura.

Ingenium Caffè vuole analizzare, attraverso la storia, i documenti, i brevetti e la fotografia, lo spirito inventivo e tecnologico del “rito del caffè”, oltre alla nascita e all’evoluzione dei tanti incredibili apparati creati e sperimentati “solo” per poter bere un buon caffè.

Il racconto fotografico di ogni singola caffettiera, curato personalmente dalla ripresa alla presentazione, contribuirà a rendere ogni post/oggetto interessante ed esaustivo, e riuscirà magari a suscitare anche quel tanto di curiosità da spingervi a contattarci per ulteriori e personalizzate informazioni.

Ingenium Caffè vuole essere il “posto giusto” per chi desidera saperne di più, conoscere il sistema di funzionamento o la rarità di una caffettiera; per chi è semplicemente curioso di scoprire un mondo inaspettato della nostra storia e cultura; per chi vuole entusiasmarsi con gli oltre mille oggetti-testimoni raccolti nelle nostre personali collezioni e presentati in queste pagine.

Buon caffè a tutti!

Mauro e Marco